POTENZA E RENDIMENTO DI UN IMPIANTO

La potenza effettivamente ottenibile da un impianto idraulico si esprime secondo la

seguente formula:

P = * Q * H * g *

ove P è la potenza effettiva espressa in Watt, rappresenta il rendimento globale

dell'impianto, Q la portata espressa in m³/s e H il salto geodetico espresso in m, g è

l'accelerazione di gravità (9.81 m /s) e è la densità dell'acqua (1000 Kg/m ). 2 3

Durante il periodo di funzionamento dell'impianto, la portata Q utilizzata dalla turbina

può essere costante (condizione presente soprattutto nel caso delle microcentrali)

oppure variabile nel tempo e pertanto il salto H risulta anch'esso costante o variabile,

dipendendo dal tipo di turbina e dalle perdite di carico idrico distribuite e localizzate.

Il rapporto tra la potenza immessa in rete (cioè dopo che sono avvenute tutte le perdite

dovute a: rendimento della turbina, del generatore, del trasformatore e dell'eventuale

moltiplicatore di giri) e la potenza teorica di un impianto idroelettrico è denominato

rendimento globale dell'impianto; nei moderni impianti idroelettrici esso va dall'80%

al 90%, rappresentando un valore molto elevato (in particolare è il valore più elevato

tra le varie fonti rinnovabili). = Pe / P = Pe /( Q H) dove:

 

Pe [W] = potenza elettrica del generatore

P [W] = potenza teorica

[N/m ] = peso specifico dell'acqua 3

Q [m /s] = portata volumetrica 3

 

H [m] = prevalenza.